Il numero di mogli infelici in Cina è più che raddoppiato dal 2012

Una donna su cinque in Cina ha affermato di pentirsi di essersi sposata. Le preoccupazioni per la violenza domestica, le responsabilità domestiche e le politiche pubbliche inique alimentano i loro dubbi sul matrimonio.


L'anno scorso, quasi il 20% delle donne sposate hanno dichiarato di essersi pentite di aver scelto la vita matrimoniale, rispetto al 12% nel 2017 e al 9% nel 2012, secondo l'indagine annuale China Beautiful Life Survey.


Solo circa il 7% degli uomini ha detto di pentirsi di essersi sposato.

Il sondaggio è condotto congiuntamente dalla China Central Television con l'Ufficio Nazionale di Statistica, China Post Corporation e la Scuola Nazionale di Sviluppo dell'Università di Pechino. È stato somministrato a 100.000 famiglie in tutta la Cina.


La Cina ha assistito ad un costante aumento del numero di divorzi e ad un calo del numero di matrimoni nell'ultimo decennio.


Il rapporto divorzio-matrimonio era leggermente superiore al 20 per cento nel 2009. Nel 2019 ha raggiunto il 50 per cento, secondo i dati del ministero degli Affari civili.


Il rapporto è sceso nel 2020, l'anno della pandemia di coronavirus, ma è rimasto comunque alto, sopra il 45 per cento.


E il più delle volte è stata la moglie a iniziare la rottura. Secondo i dati della Corte Suprema del Popolo, più del 73 per cento delle cause di divorzio ascoltate da tutti i tribunali della Cina nel 2017 sono state presentate da donne.


Anche il governo sembra consapevole dell'aumento dei divorzi, e il 1° gennaio 2021 ha implementato una legge che richiede alle coppie di passare attraverso un "periodo di raffreddamento" di 30 giorni prima di poter completare la separazione. Alla fine del 2020, questa legge imminente ha provocato una corsa ai divorzi in modo che le coppie potessero evitare il periodo di raffreddamento.


In un sondaggio della China Central Television (CCTV), l'indagine congiunta menzionata prima, l'anno scorso, quasi il 47% degli uomini cinesi ha detto di aver preso parte ai lavori domestici prima di sposarsi, rispetto al 46% delle donne. Ma l'equilibrio è cambiato dopo il matrimonio, con poco più del 46 per cento degli uomini e il 48 per cento delle donne che dicono di fare i lavori domestici.


Source: South China Morning Post