La famiglia Toljanić, dalla Croazia, scelta per il Premio Famiglia Numerosa Europea dell'Anno 2020

Durante l'Assemblea generale dell'ELFAC, la famiglia croata Toljanić è stata annunciata come la scelta tra le famiglie finaliste di Ungheria, Italia, Portogallo e Lettonia.



Questa è stata la presentazione della candidatura proposta da Obitelji 3plus, l'Associazione Croata delle Famiglie Numerose:


Sull'isola di Krk, in Croazia, c'è una piccola città, Vrbnik, con poco più di mille abitanti. In questa piccola comunità vive la più variegata famiglia "3plus" Toljanić. La storia della famiglia Toljanić è iniziata nel 1997, quando Katarina e Franjo si sono sposati. La coppia di coniugi Toljanić credeva nel potere della famiglia fin dall'inizio. Per questo motivo, durante il loro matrimonio di 23 anni sono diventati i genitori di dodici figli: Kate (23), Stjepan (21), Ljubica (20), Zlatko (18), Marija (17), Franica (15), i gemelli Mihael (13) e Gabriel (13), Gašpar (11), Anđela (8), Karmen (6) e Luce (2). Kate ha già messo su famiglia e ha recentemente dato alla luce sua figlia Beata.

Oltre alla priorità di una vita familiare fin dall'inizio, Franjo ha anche ampliato l'attività dei suoi genitori. All'età di 22 anni, è diventato il capo della loro azienda di famiglia come primo e poi unico dipendente. Già nel 1995 la famiglia Toljanić ha aperto il suo ristorante, poi ha trasformato il suo seminterrato in una taverna, ha costruito una grande cantina non lontano dal suo vigneto, e poi nel 2016 ha aperto anche un imponente albergo dedicato al tema della vite. Katarina è stata un sostegno incrollabile per il marito, mentre tra l'altro ha anche decorato i loro luoghi d'affari a Vrbnik - una sala di degustazione di vini Gospoja, pizzeria e taverna Žlahtina, un hotel di lusso Gospoja e un negozio di vini a Rijeka.


La famiglia Toljanić ha ricevuto una serie di premi per il successo dell'azienda familiare, mentre Franjo è stata nominata manager croato dell'anno nel 2018 nella categoria delle piccole imprese. Oggi l'azienda familiare Gospoja ha 50 dipendenti fissi, mentre il loro numero sale a 80 durante la stagione. Anche tutti i membri della famiglia Toljanić sono impiegati e attivi nella loro azienda, che naturalmente comprende anche i bambini. La loro madre Katarina sottolinea che tutti loro "hanno una forte abitudine al lavoro, e la sensazione di essere necessari, che qualcuno dipende da loro e che sono importanti. E non si annoiano mai...".


Gli obblighi quotidiani nell'azienda di famiglia non hanno impedito ai genitori Katarina e Franjo di offrire ai loro figli la più bella infanzia possibile e di insegnare loro le basi di una famiglia felice, come la comprensione reciproca, la spinta, l'assistenza e l'amore, e soprattutto la fede in Dio. "Anche se Franjo ed io non avevamo previsto di avere così tanti figli, sono felice". Non abbiamo mai litigato, abbiamo sempre discusso insieme di tutto e siamo molto felici quando siamo tutti insieme", dice Katarina e aggiunge anche che "... i nostri figli sono umili, hanno imparato a condividere tutto e sanno che tutti devono lavorare. Per questo anche i più piccoli ci aiutano nell'attività di famiglia, con tutto quello che possono fare in base alla loro età. Tuttavia, non sono privati di nulla. Per esempio, abbiamo un solo televisore, quindi siamo tutti d'accordo su cosa guardare. Tendiamo a crescerli in modo che capiscano quali sono i veri valori della vita", ci dice la madre Katarina.


Purtroppo, nella primavera del 2020 la famiglia Toljanić è stata colpita da una grande disgrazia quando il padre Franjo è rimasto ucciso in un incidente d'auto all'età di 47 anni, lasciando la moglie Katarina e i loro figli. Nonostante il suo grande dolore, la madre Katarina dimostra ancora oggi i valori della famiglia e dà l'esempio ai suoi figli cercando di far sì che abbiano sempre tutto ciò di cui hanno bisogno e che non dimentichino mai tutto il duro lavoro e lo sforzo che il marito Franjo ha dimostrato mettendo sempre la famiglia al primo posto. "Tutto ciò che è stato realizzato è stato su iniziativa di Franjo con il sostegno della sua famiglia. Continuiamo a lavorare nello stesso modo che Franjo ci ha insegnato e dimostrato con il suo esempio, dobbiamo continuare a vivere il suo sogno, perché ci ha regalato i momenti più belli insieme", dice Katarina e aggiunge "... continua a vivere con noi, lo vedo in ognuno dei nostri figli, e nel nostro lavoro. Per noi la morte è solo una tappa e tutti noi un giorno passeremo dall'altra parte, dove il nostro Franjo ci aspetterà. “


(Da ELFAC)

CONTATTI

Osservatorio Internazionale Famiglia

UCAM
Universidad Católica San Antonio de Murcia
Campus de los Jerónimos, Guadalupe 30107
(Murcia) - Spagna

info@familymonitor.net

press@familymonitor.net

©2019 Osservatorio Internazionale Famiglia