Pubblicata la riflessione COMECE-FAFCE sul ruolo dell'età senile

In questi difficili mesi, l'anziano ha riacquistato un ruolo fondamentale. Una nuova riflessione COMECE-FAFCE si concentra sulla loro importanza.



"Gli anziani sono un dono e una risorsa, [...] non possono essere visti come separati dalle comunità", afferma FAFCE, insieme alla Commissione delle Conferenze Episcopali dell'Unione Europea (COMECE) nel documento di riflessione "Gli anziani e il futuro dell'Europa", pubblicato congiuntamente giovedì 3 dicembre 2020. FAFCE e i Segretari generali della COMECE: "Trasformiamo la crisi di Covid-19 in un'opportunità per un cambiamento di paradigma e per rigenerare il nostro modo di pensare sugli anziani".


Intitolato "Gli anziani e il futuro dell'Europa: solidarietà intergenerazionale e assistenza in tempi di cambiamento demografico", il documento invita i responsabili politici europei e nazionali a sviluppare un cambiamento di paradigma e a rigenerare il nostro modo di pensare in tempi di cambiamento demografico e nel contesto dell'attuale pandemia di Covid-19.


Il documento di riflessione COMECE-FAFCE arriva dopo la pubblicazione del "Report on the Impact of Demographic Change" della Commissione Europea e come contributo al prossimo "Libro verde sull'invecchiamento", la cui pubblicazione è prevista per il 2021.


"Gli anziani sono parte integrante della famiglia, fonte di sostegno e di incoraggiamento per le giovani generazioni. Non possono essere separati dalla società e dalle reti relazionali" - si legge nel documento COMECE-FAFCE, sottolineando che gli anziani non sono solo persone vulnerabili, ma anche attori dinamici della vita sociale.


L'attuale pandemia di Covid-19 ha rivelato vulnerabilità nascoste nelle nostre società, con gli anziani spesso ai margini della vita quotidiana. Secondo FAFCE e COMECE, è giunto il momento di riconoscere il ruolo cruciale degli anziani, proteggendoli, promuovendoli e includendoli, assicurando la loro piena partecipazione nelle nostre comunità.


Il documento di riflessione raccomanda ai governi nazionali di utilizzare le risorse del proposto Piano di ripresa dell'UE per investire nelle relazioni intergenerazionali e nelle nuove strutture di solidarietà - tra cui l'assistenza informale, il volontariato e gli ambienti urbani a misura di anziano - e nelle politiche demografiche e familiari.


La pubblicazione è stata elaborata in collaborazione con il gruppo di lavoro ad hoc COMECE-FAFCE sulla situazione degli anziani nelle società dell'UE. Il documento serve come punto di partenza per una discussione più approfondita sull'argomento, che comprenderà anche un webinar che si terrà nel 2021.


Leggi il documento di riflessione