Saluti conclusivi della stagione 2019/20 del Family International Monitor

Valeria Guarino, Segretaria Generale del Family International Monitor


Cari amici del Family International Monitor,

prima di lasciarci per la pausa estiva e ritrovarci a settembre con un rinnovato piano editoriale, vi proponiamo una breve raccolta degli approfondimenti scientifici e articoli più significativi che ci hanno accompagnato nel cammino di questi ultimi mesi, così densi e a tratti surreali.


Vi riproponiamo in particolare le riflessioni scritte per noi da Ignacio Socias su come la famiglia sia il vero vettore dello sviluppo sostenibile;, del Segretario generale Caritas che espone come la pandemia abbia acuito le disuguaglianze; del prof. Andrea Grillo che racconta la drammatica situazione di non poter dare l’ultimo saluto ai propri cari durante la pandemia.; e ancora di Brik e Orellana, professori dei nostri partner in Qatar e in Messico, il primo sulle difficoltà e le potenzialità di vivere nella stessa casa durante il lockdown e la seconda su quanto siano messi alla prova i diritti dei minori.


È stato un anno difficile, siamo stati travolti da eventi inattesi che hanno di colpo interrotto il flusso e il ritmo sostenuto delle nostre vite, delle nostre abitudini. Ci siamo ritrovati smarriti, insicuri, impauriti, soli, e tutte le nostre realtà, familiari, interpersonali, lavorative, economiche, sono state messe alla prova, e la prova, si sa, porta alla luce ciò che era nel fondo: potenzialità e fragilità, forze e debolezze.


Le famiglie sono state, loro malgrado, le principali protagoniste di questi sconvolgimenti, luoghi e spazi in cui ad ogni latitudine e in qualsiasi condizione la vita delle persone si dispiega, dal suo sorgere al suo spegnersi, e a cui è di fatto completamente affidata la prima azione di cura, sostentamento, sviluppo educativo, relazionalità, benessere di ogni essere umano, in prima linea nella buona e nella cattiva sorte.


Il Family International Monitor in questi mesi ha proseguito la sua attività di ricerca sulle condizioni delle famiglie nel mondo, attraverso il lavoro scientifico – accademico dei nostri partner in

  • Benin (Institut Pontifical Jean-Paul II d’Étudessur le Mariage et la Famille, Section béninoise)

  • Cile (Facultad Eclesiástica de Teología della Pontificia Università Cattolica di Valparaiso)

  • Messico (Pontifico Instituto Teologico Juan Pablo II - Secciòn Mexicana; Instituto Mexicano de Educaciòn y familia)

  • Kenya (Institute of Youth Studies, Tangaza University College)

  • Spagna (Instituto Universitario de la FamiliaUniversidad Pontificia Comillas de Madrid)

  • Italia (Università Cattolica di Milano - Centro di Ateneo di Studi e Ricerche sulla Famiglia)

  • Qatar (Family Policy Department Doha International Family Institute)

  • Libano (Institut De La Famille - Universitè La Sagesse)

  • Brasile (Pontifício Instituto Teológico João Paulo II)

  • India (Pontifical Theological Institute John Paul II)

  • Sudafrica (Sekwele Centre for Family Studies, Brooklyn, Pretoria)


attraverso il monitoraggio quotidiano di notizie, studi e analisi sul tema, e la situazione pandemica globale ha fatto emergere ancor di più la necessità di raccontare e di dare voce alle varie realtà familiari che sono state travolte dall’emergenza e che cambiano radicalmente da paese a paese, dando un rinnovato slancio al senso e all’importanza del nostro lavoro. Guardarle ed ascoltarle è il primo passo per prendersene cura.


Il 23 giugno, in modalità di lavoro non previste e grazie al lavoro intenso di tutti i nostri collaboratori, on la direzione scientifica di Francesco Belletti, direttore del CISF e Head of Research del Family International Monitor, .abbiamo presentato i primi risultati del Report 2020 su “Famiglia e Povertà Relazionale” che sarà pubblicato a novembre 2020. Continuate a seguirci per scoprire gli aggiornamenti.


Portato a termine il lavoro sulla relazione tra le famiglie e la povertà relazionale siamo già pronti per lanciare la seconda parte del nostro percorso su “Famiglia e povertà”, che quest’anno si declinerà sul tema “Famiglia e povertà economico strutturale” in continuità con il primo, ma con una serie di novità che presto vi racconteremo!


Vi ringraziamo per il vostro supporto, per l’interesse e l’attenzione crescente con cui seguite le nostre attività. Il nostro lavoro è solo all’inizio e abbiamo in cantiere tanti progetti per il prossimo anno e per quelli avvenire, avendo nel cuore il desiderio di raccontare tutte le famiglie del mondo!


Valeria Guarino

Segretaria Generale FIM