Un nuovo studio esplora l'impatto dell'ordine di nascita sulla personalità

Una nuova ricerca analizza i miti e le teorie prevalenti in vari studi riguardo l’”effetto del primogenito" ed esplora le possibili spiegazioni.

Secondo un recente studio svedese, i primogeniti hanno tratti di personalità più positivi, tra cui l'apertura a nuove esperienze, la coscienza, l'estroversione, la cordialità e una maggiore stabilità emotiva, rispetto ai loro fratelli nati più tardi. Di conseguenza, è più probabile che diventino amministratori delegati e senior manager, mentre i figli nati successivamente, che amano correre rischi, spesso finiscono per diventare lavoratori autonomi. I primogeniti tendono a possedere caratteristiche psicologiche legate alla leadership, tra cui responsabilità, creatività, dedizione e perseveranza. È anche più probabile che abbiano capacità accademiche e livelli di intelligenza più elevati rispetto ai loro fratelli minori. Si ritiene che queste qualità rendano i primogeniti più efficienti. Il “piccolo" della famiglia, invece, è più propenso a correre dei rischi, a ribellarsi, a mostrare un comportamento che crea dipendenza e manca di indipendenza rispetto ai fratelli maggiori. Ci sono due spiegazioni che potrebbero giustificare questo "effetto del primogenito". Dal punto di vista evolutivo, i genitori favoriscono e investono nel primogenito per aumentare le sue possibilità di sopravvivenza e di riproduzione. Ma questo ha un costo, perché il genitore non è più in grado di investire la stessa quantità di risorse nella prole nata più tardi. I fratelli più piccoli devono quindi competere per ottenere queste limitate risorse, nonché le attenzioni dei genitori. Ma i bambini nati per ultimi spesso ricevono un trattamento preferenziale. Questo perché i genitori hanno allora l'ultima possibilità di investire le loro risorse. Sono anche più grandi e tendono ad avere più soldi a questo punto della loro vita. I genitori sono più propensi a investire nell'istruzione dei figli nati per ultimi. Le aspettative dei genitori potrebbero anche spiegare i tratti di personalità più favorevoli tra i primogeniti. Cioè, i genitori tendono ad essere più severi nella loro educazione con il primogenito. I genitori incoraggiano anche la severità perché i primogeniti devono fungere da modello (e da genitore surrogato) per i loro fratelli più piccoli.

CONTATTI

Osservatorio Internazionale Famiglia

UCAM
Universidad Católica San Antonio de Murcia
Campus de los Jerónimos, Guadalupe 30107
(Murcia) - Spagna

info@familymonitor.net

press@familymonitor.net

©2019 Osservatorio Internazionale Famiglia