Un nuovo studio rileva l'impatto a lungo termine dell'interruzione scolastica causata dalle calamità

L'interruzione della scolarizzazione ha effetti profondi e duraturi sui bambini, come dimostra uno studio di Oxford basato su una ricerca sul terremoto del 2005 in Pakistan.



Un nuovo report utilizza un'indagine condotta quattro anni dopo il terremoto del 2005 in Pakistan per misurare come il disastro ha colpito lo sviluppo dei bambini, compresi i loro risultati in termini di salute e di apprendimento, e se i programmi di assistenza sociale hanno contrastato gli effetti del disastro. Poiché la situazione attuale rispecchia gli impatti del terremoto, ma su scala molto più ampia, i risultati del documento hanno implicazioni sul modo in cui rispondiamo alle conseguenze del COVID-19.


I risultati dello studio sono stati molto severi:


  • In media, i punteggi dei test sui bambini colpiti dal terremoto li pongono da 1,5 a 2 anni indietro rispetto ai loro coetanei nelle regioni non colpite. Questo nonostante il fatto che le famiglie colpite dal terremoto abbiano ricevuto un significativo risarcimento finanziario, che ha permesso alle condizioni sanitarie degli adulti e alle infrastrutture della comunità di riprendersi completamente.


  • I bambini con madri più istruite non sono rimasti indietro. Le madri sono state in grado di isolarli completamente dalle perdite di apprendimento, cosicché il terremoto ha ampliato le disuguaglianze all'interno delle aree colpite.


  • La chiusura delle scuole ha rappresentato solo il 10% delle perdite nei punteggi dei test. Molto di più è stato perso dopo che i bambini sono tornati a scuola, forse perché i bambini sono rimasti indietro con il programma scolastico e non sono riusciti a recuperare il ritardo.



L'evidenza suggerisce che dovremmo prepararci a valutare i bambini quando ritornano a scuola, in modo da poter sviluppare programmi di insegnamento adatti al livello delle loro attuali capacità. Bisogna anche sostenere le comunità nell'adattamento e nella risposta a ciò che sta funzionando per loro.


Il documento "Human Capital Accumulation and Disasters: Evidence from the Pakistan Earthquake of 2005", è stato scritto da Tahir Andrabi, Benjamin Daniels e Jishnu Das nell'ambito della serie di paper del programma di ricerca per il miglioramento dei sistemi di istruzione (RISE). Gli autori hanno intervistato più di 150.000 persone in 126 villaggi del nord del Pakistan e hanno raccolto informazioni dettagliate, tra cui l'altezza dei bambini, il peso e i punteggi dei test in urdu, matematica e inglese per un sottocampione.


Documento completo: https://bit.ly/2DojP1s


Fonte: https://bit.ly/2ClmrMN

CONTATTI

Osservatorio Internazionale Famiglia

UCAM
Universidad Católica San Antonio de Murcia
Campus de los Jerónimos, Guadalupe 30107
(Murcia) - Spagna

info@familymonitor.net

press@familymonitor.net

©2019 Osservatorio Internazionale Famiglia