Vaccinato in Vaticano un primo gruppo di 25 senza fissa dimora

Altri si susseguiranno nei prossimi giorni. A causa dell’epidemia, “quest’anno non sarà possibile vivere comunitariamente gli Esercizi Spirituali della Curia Romana presso la Casa Divin Maestro in Ariccia”



Vaccinati in Vaticano 25 senza fissa dimora. Nel darne notizia, il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni, ha aggiunto che le persone vaccinate sono “un primo gruppo” e che sono “ospitati stabilmente dalle strutture di assistenza e residenza dell'Elemosineria Apostolica.


Altri gruppi si susseguiranno nei prossimi giorni".

Il vaccino è stato somministrato nell’atrio dell’Aula Paolo VI - quella delle udienze – dove si svolge la campagna di vaccinazioni del Vaticano. A tale scopo sono stati messi due lettini, un separé e tutto il materiale sanitario necessario.


Per conservare le dosi di vaccino Pfizer-BionTech è stato acquistato un “ultra low temperature refrigerator”.


Sempre oggi è stato comunicato che a causa dell’attuale emergenza sanitaria, “quest’anno non sarà possibile vivere comunitariamente gli Esercizi Spirituali della Curia Romana presso la Casa Divin Maestro in Ariccia.


Il Santo Padre ha pertanto invitato i Cardinali residenti a Roma, i Capi Dicastero e i Superiori della Curia Romana a provvedervi in modo personale, ritirandosi in preghiera, dal pomeriggio di domenica 21 a venerdì 26 febbraio. In quella settimana saranno sospesi tutti gli impegni del Santo Padre, compresa l’Udienza Generale di mercoledì 24 febbraio”.


Da AsiaNews